Computer buoni e computer cattivi

Giocare a scacchi, guidare veicoli, riconoscere voci, volti, oggetti. Tradurre, navigare, rispondere.
Le macchine sanno fare tutto questo, ma saranno mai in grado di distinguere il bene dal male?

intelligenze artificiali? Risponde Paolo Benanti, frate francescano e ingegnere, che insegna etica delle tecnologie alla Pontificia università gregoriana. Insieme a lui ascolteremo la voce del giornalista statunitense James Barrat, autore di La nostra invenzione finale. L’intelligenza artificiale e la fine dell’età dell’uomo (Nutrimenti, 2019).

Al microfono Roberta Fulci

La trascrizione integrale dell’intervista a James Barrat

Algor-etica, qui un intervento di Paolo Benanti

La rassegna Oracoli. Saperi e pregiudizi al tempo dell’IA, a Bologna fino al 9 aprile


Collegamenti:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...